fbpx

VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA

Dopo aver visto l'importanza della qualità dell'aria, scopriamo come poter effettuare il ricambio d'aria nelle abitazioni senza che questo incida sul risparmio energetico.


Noi esseri umani, per compiere le normali attività quotidiane quali lavorare, parlare, studiare, giocare, abbiamo bisogno di energia, ossia grassi, proteine, carboidrati. Oltre al cibo, abbiamo bisogno di acqua al fine di idratare il nostro corpo.


L’altro elemento di cui abbiamo bisogno è l’aria.
Questo è l’ultimo dei tre elementi ma è il più importante. Infatti, possiamo vivere più di trenta giorni senza mangiare, possiamo resistere tre giorni senza bere, ma non possiamo vivere senza aria, al massimo possiamo resistere solo tre minuti.


Quindi l’aria è fondamentale per la nostra vita, ma aria salubre e non inquinata.


Trascorriamo gran parte del nostro tempo all’interno di edifici chiusi, circa il 90% per lavoro, per studio, per svago o riposo, quindi occorre che in questi luoghi ci sia comfort.
Il comfort lo si raggiunge attraverso quattro fattori:

  • Termici
  • Acustici
  • Visivi
  • Biofisici


L’ultimo fattore (biofisici) si riferisce alla qualità e quantità dell’aria, nonché ai campi elettromagnetici.
Oggi parleremo dell’importanza di assicurare la giusta quantità e qualità dell’aria nelle nostre case grazie alla tecnologia della VMC (Ventilazione Meccanica Controllata).


Questo problema, o necessità, è diventato più pressante dal fatto che negli ultimi anni gli edifici sono diventati sempre più ermetici al fine di risparmiare energia per il riscaldamento ed il raffrescamento, quindi gli spifferi di una volta, oggi, non ci sono più.


Ad aggravare ancora di più la situazione è il fatto che i nostri stili di vita sono diventati molto frenetici e non ci consentono di prestare attenzione ai parametri ambientali minimi di temperatura e umidità nelle nostre case.


Questo comportamento è in controtendenza rispetto al quadro normativo e alle leggi che riguardano la ventilazione residenziale. È pur vero, però, che il quadro normativo è molto articolato e risulta difficile districarvisi.


Per essere brevi, occorre tener presente che il rapporto aero-illuminante è generalmente 1/8 della superficie calpestabile, inoltre il DPR 412/93 all’articolo 8, comma 8 imponeva un valore convenzionale per il ricambio dell’aria pari a 0,5 volumi per ora.


Cosa significa?
Facciamo un esempio ipotizzando di avere una stanza di dimensioni mt. 4x5 per un’altezza di mt. 2,70. Avremo un volume di 54 m3.
Ora, moltiplicando il volume per il coefficiente di ricambio 0,50 avremo 27 m3 ogni ora. A questo punto, se dividiamo i metri cubi della stanza, ossia 54 per 27 m3/h avremo il tempo necessario al ricambio dell’aria. In questo caso, sarà di 2 ore.


Ma come otteniamo tutto ciò senza aprire le finestre per non sprecare energia per riscaldare o raffreddare l’appartamento?

 

La Ventilazione Meccanica Controllata

La risposta è affidata alla Ventilazione Meccanica Controllata che consiste in un sistema di estrazione e di immissione d’aria automatizzata e munita di sensori di umidità e di anidride carbonica.


Stiamo parlando di una macchina intelligente che lavora al nostro posto nel ricambiare l’aria viziata, inquinata e carica d’umidità.


Essa può essere realizzata in due tipi:

  • VMC Centralizzata, che è anche la più costosa e invasiva
  • VMC Decentralizzata, ossia una macchina per ogni stanza


Volendo scegliere non c’è una tipologia migliore dell’altra, la scelta tra una macchina e l’altra è dovuta allo stato in cui si trova l’abitazione. Se è in fase di costruzione o di ristrutturazione importante si utilizza la VMC Centralizzata. Nel caso in cui la casa è già abitata, si usa la VMC Decentralizzata, detta anche “puntuale”.


I vantaggi di questa soluzione sono diversi, ad esempio la posa è poco invasiva, richiede un ridotto investimento, un basso costo di gestione, semplice manutenzione.

 

La Ventilazione Meccanica Controllata Decentralizzata

Oggi parliamo di quest’ultima. Le sue dimensioni sono molto contenute e la sua applicazione richiede solo due fori nella parete e una semplice alimentazione elettrica.


Ma come funziona nel dettaglio?
La macchina, attraverso i due sensori, legge gli inquinanti e aspira l’aria viziata e, prima di espellerla all’esterno, recupera l’energia presente in essa fino ad un certo valore attestato tra l’80 e il 90% mentre, dall’esterno aspira aria pulita ma fredda (se ci troviamo in inverno). A questo punto l’energia recuperata va a pre-riscaldare l’aria fredda senza che i due flussi d’aria si miscelino.


In questo modo, ipotizzando una temperatura interna di 20°, mentre quella esterna è di circa 4°, avremo un’immissione d’aria a circa 16°, quindi avremo risparmiato energia in quanto dovremo solo riscaldare quella porzione d’aria più fredda per circa 4°.


Cosa molto importante, però, è scegliere una Ventilazione Meccanica Controllata di qualità e, per individuarla, dovremo rivolgerci ad un professionista serio che non sia coinvolto nella vendita.


Le caratteristiche della Ventilazione Meccanica Controllata

In ogni caso è importante sapere le caratteristiche che la macchina deve avere

  1. Portata adeguata della macchina ai m3 d’aria da movimentare
  2. La macchina deve essere dotata di un doppio flusso, quindi con due canalizzazioni
  3. Il recupero di calore deve essere quanto più alto possibile in quanto si risparmia più energia
  4. La macchina deve essere dotata di sensori per il recupero igrometrico e di CO2
  5. Il consumo di energia deve essere il più basso possibile
  6. Deve possedere una doppia filtrazione (un filtro in entrata e uno in uscita)
  7. Durante il funzionamento la macchina deve essere quanto più silenziosa possibile (sotto i 30dB)



Conclusioni

Come abbiamo visto in questo "viaggio" nella realizzazione del benessere e del comfort abitativo (con gli articoli sul comfort termico, il comfort visivo, il comfort acustico e la qualità dell'aria) è importantissimo stare attenti nella progettazione di tutti questi aspetti se si vuole creare un'abitazione di qualità e proiettata nel futuro. 

E' importante rivolgersi sempre a progettisti scrupolosi e a professionisti coscienziosi che potranno aiutarti ad analizzare le tue necessità e realizzare, così, la tua casa dei sogni.


Se vuoi saperne di più, scarica il Quaderno Pompeja "Che cos'è e come realizzare il comfort abitativo".


 

Se vuoi saperne di più contattaci e ti indicheremo il Rivenditore Autorizzato Pompeja più vicino a te che saprà rispondere a tutte le tue domande.

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime offerte e novità.
Privacy e Termini di Utilizzo

Azienda

Pompeja
La grande finestra italiana

È un marchio Casciello Bernardo

Via Astolelle (III trav) 10
80045 Pompei (NA)
Italy

Specialisti in:

Contatti

Ci contatti per qualsiasi informazione saremo lieti di esserle utili.

Tel. (
+39 081 863 03 51

Fax () 
+39 081 856 19 71

E-mail (
info@pompeja.it

Certificazioni

Seguici Su

© Casciello Bernardo - P.iva 03074651211