fbpx

SOSTITUZIONE INFISSI CON IL SUPERBONUS 110%

Tante persone che vogliono sostituire solo gli infissi ci stanno chiedendo se è possibile usufruire della nuova detrazione Superbonus 110%.


La risposta è no, non è possibile. Per la sostituzione dei soli infissi non è possibile usufruire del Superbonus.

Esso, inserito nel Decreto Rilancio, è previsto solamente nel caso in cui si decida di effettuare lavori, o atti a migliorare l’efficienza energetica del proprio immobile (apportando un incremento di almeno due classi energetiche), o per la sua messa in sicurezza antisismica (Sismabonus).

Parlando del primo caso, per ottenere il miglioramento delle due classi energetiche, la sola sostituzione degli infissi non è sufficiente. Infatti, essa è considerata come intervento secondario (o trainato) e la si deve abbinare ad almeno uno degli interventi primari (o trainanti) che sono:

  • coibentazione di almeno il 25% delle superfici disperdenti dell’edificio (cappotto termico), con un tetto massimo di spesa di 60.000€ per ogni unità abitativa;
  • installazione di impianti di riscaldamento utilizzando caldaie a condensazione o pompe di calore, con un tetto massimo di spesa di 30.000€ per ogni unità abitativa.


Un altro particolare importante è che non tutti possono usufruire della detrazione.
Tale agevolazione fiscale è possibile per condomini o per case indipendenti (esistenti e non in costruzione) che siano indicate come “prima abitazione” e, in questo caso, possono usufruirne le persone fisiche ma non le attività commerciali (a meno che non siano inseriti in condomini).

Sono ammessi alla detrazione anche gli Istituti Autonomi Case Popolari, le cooperative di abitazione, le onlus, le società sportive dilettantistiche.

Se si possiede un appartamento in condominio, è possibile usufruire della detrazione solo se il condominio ha pianificato un intervento di risanamento energetico (cappotto termico su almeno il 25% delle parti comuni) ottenendo il miglioramento delle due classi energetiche. La sostituzione delle finestre, ovviamente, deve essere eseguita contestualmente ai lavori di coibentazione.

Se, invece, si possiede una villetta unifamiliare, si può richiedere il Superbonus solamente se si abita nella villetta; se questa è data in locazione, lo deve richiedere l’affittuario con il permesso del proprietario.


A chi rivolgersi per il Superbonus 110%?

Il termo-tecnico è una delle figure chiave ed è il primo professionista che deve essere interpellato dovendo realizzare l’APE (Attestato di Prestazione Energetica) prima dell’intervento e dopo l’intervento. Il suo compito è anche individuare gli interventi da realizzare con le rispettive prestazioni.

Una seconda figura, non meno importante, sarà il progettista che dovrà controllare – innanzitutto – la conformità urbanistica dell’edificio (cioè, che non ci siano abusi), deve inviare al Comune il permesso a costruire o la CILA o la SCIA e, inoltre, potrà anche assumere la l’incarico di Direttore dei Lavori e/o di Tecnico Asseveratore.

Il Tecnico Asseveratore dovrà verificare che l’intervento abbia rispettato i requisiti termici di progetto (secondo la nuova tabella) ma anche verificare la congruità della spesa (vi sono, ovviamente, dei massimali da rispettare).

Un’ultima figura da consultare sarà il commercialista: egli, dopo aver controllato la vostra fattura, l’asseverazione e l’assicurazione del Tecnico Asseveratore, vi potrà rilasciare il Visto di Convalida comunicandolo all’Agenzia delle Entrate.

Rimandando le specifiche dell’argomento agli articoli precedenti
Superbonus 110%
Guida al Superbonus 110%
Superbonus 110%: come funziona



Quali agevolazioni si possono richiedere per la sostituzione dei soli infissi?

Per la sola sostituzione degli infissi è possibile richiedere le detrazioni previste dall’Ecobonus in misura del 50% sulle spese sostenute. Questo 50% vi sarà restituito in 10 anni scalando – ogni anno – 1/10 della cifra dal vostro credito d’imposta.

In alternativa – ed è questa la vera novità – è possibile richiedere al fornitore lo sconto in fattura del 50% o optare per la cessione del credito stesso.

Rispetto al Superbonus 110%, l’Ecobonus al 50% ha sicuramente meno restrizioni. Infatti, possono accedere a questo tipo di agevolazione tutti i contribuenti che sostengono le spese di riqualificazione energetica e che possiedono un diritto reale sull’unità immobiliare.

Ovviamente, per ottenere la detrazione del 50% si deve raggiungere – con le nuove finestre – un miglioramento delle prestazioni di trasmittanza termica e basta che l’edificio soggetto dell’intervento sia esistente (non in costruzione) e dotato di impianto termico funzionante.

Con l’Ecobonus 50%, inoltre, è possibile estendere le agevolazioni anche alla sostituzione delle porte d’ingresso, ai sistemi di oscuramento (persiane, scuri, avvolgibili) e ai cassonetti, ma solo se la sostituzione avviene assieme agli infissi.

Come fatto in precedenza, per una maggiore comprensione si rimanda la lettura dell’articolo
Ecobonus 50% serramenti e infissi 

 

Se vuoi saperne di più contattaci e ti indicheremo il Rivenditore Autorizzato Pompeja più vicino a te che saprà rispondere a tutte le tue domande.

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime offerte e novità.
Privacy e Termini di Utilizzo

Azienda

Pompeja
La grande finestra italiana

È un marchio Casciello Bernardo

Via Astolelle (III trav) 10
80045 Pompei (NA)
Italy

Specialisti in:

Contatti

Ci contatti per qualsiasi informazione saremo lieti di esserle utili.

Tel. (
+39 081 863 03 51

Fax () 
+39 081 856 19 71

E-mail (
info@pompeja.it

Certificazioni

Seguici Su

© Casciello Bernardo - P.iva 03074651211