fbpx

SUPERBONUS 110%

Il Superbonus 110% è un’agevolazione per il contribuente prevista dal Decreto Rilancio.


Questa agevolazione eleva, appunto, al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per specifici interventi sulle abitazioni in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

Le nuove misure si aggiungono a quelle già esistenti (Ecobonus e Sismabonus) per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici.


PERCHÉ IL SUPERBONUS

Come dice il Ministro allo Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, “il Superbonus è una misura fondamentale per il rilancio di un settore industriale importantissimo per l’Italia, quello delle costruzioni.

Il primo elemento da considerare è quello del rilancio produttivo di un settore e di una filiera centrale del nostro Paese, che nel corso degli anni ha pagato tutte le crisi economiche a caro prezzo.

Il secondo aspetto è costituito dalle riqualificazioni energetiche e antisismiche del patrimonio residenziale privato, dando al contempo garanzia ai cittadini di poter accedere a quegli interventi senza esborso di denaro. È una misura anche sociale, che garantisce a tutti, a prescindere dalle fasce di reddito, di poter vivere in case efficienti e sicure.

Terzo elemento fondamentale è quello del risparmio energetico. Il Piano Nazionale Integrato Energia e Clima costruito dal nostro Paese ha degli obiettivi importanti di riduzione delle emissioni. Riteniamo che il settore dell’edilizia debba compartecipare in modo massiccio al raggiungimento di questi obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2. L’Ecobonus, il Sismabonus e quindi il Superbonus al 110% ha questa terza finalità di grande importanza.”


A CHI È RIVOLTO IL SUPERBONUS 110%?

Come detto, possono usufruire delle detrazioni al 110% per la riqualificazione energetica e la messa in sicurezza antisismica i soggetti che sostengono le spese per gli interventi sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

Il Superbonus si applica agli interventi effettuati da:

  • le persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni
  • i condomìni
  • gli Istituti autonomi case popolari (Iacp)
  • le cooperative di abitazione a proprietà indivisa
  • le Organizzazioni non lucrative di utilità sociale
  • le associazioni e società sportive dilettantistiche


La detrazione spetta ai soggetti che possiedono o detengono l’immobile oggetto dell’intervento in base ad un titolo idoneo al momento di avvio dei lavori o al momento del sostenimento delle spese, se antecedente il predetto avvio.


I beneficiari sono:

  • Il proprietario
  • Il nudo proprietario
  • Il titolare di altro diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie) del detentore dell’immobile in base ad un contratto di locazione
  • i familiari del possessore o detentore dell’immobile


IN QUALE MISURA SPETTA LA DETRAZIONE?

La detrazione è riconosciuta nella misura del 110%, da ripartire in 5 quote annuali di pari importo.


QUALI SONO GLI INTERVENTI AGEVOLABILI, GLI INTERVENTI PRINCIPALI O QUELLI TRAINANTI?

Il Superbonus 110% agevola gli interventi sugli edifici sia unifamiliari sia condominiali. Gli interventi si dividono in interventi principali (o trainanti) e interventi secondari (o trainati). La cosa importante è che questi interventi devono essere eseguiti contemporaneamente.

Gli interventi principali (o trainanti) sono:

  • Cappotto termico: detraibile al 110% e relativo alle superfici opache verticali, orizzontali (coperture, pavimenti) e inclinate che delimitano il volume riscaldato dell’abitazione con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo. I materiali isolanti utilizzati devono rispettare i Criteri Ambientali Minimi (CAM).
  • Caldaie in condominio: sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale in condominio.
  • Caldaie in case singole: sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale nelle singole unità immobiliari o nelle villette a schiera.
  • Lavori antisismici: messa in sicurezza antisismica.

Nella realizzazione degli interventi di efficientamento energetico sopradescritti devono essere rispettati i requisiti minimi di prestazione energetica previsti dal DM 26/06/2015. Nel complesso occorre assicurare il miglioramento di due classi energetiche dell’edificio, da dimostrare mediante l’Attestato di Prestazione Energetica (APE).

Gli interventi secondari (o trainati), da realizzare congiuntamente a quelli principali (o trainanti) sono:

  • Efficientamento energetico: tra cui l'installazione di infissi e serramenti
  • Fotovoltaico: installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica
  • Sistemi di accumulo fotovoltaico
  • Colonnine di ricarica: installazione di infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici.


COME USUFRUIRE DEL SUPERBONUS 110%

  1. Detrazione e compensazione fiscale: il contribuente che realizza gli interventi di efficientamento energetico e messa in sicurezza antisismica, dopo aver pagato l’importo dei lavori, usufruisce direttamente della detrazione in cinque quote annuali di pari importo.
  2. Sconto in fattura: invece di usufruire direttamente della detrazione fiscale o del credito d’imposta, il contribuente può optare per un contributo sotto forma di sconto in fattura fino ad un importo massimo pari al corrispettivo dovuto, anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi e che potrà cederlo a terzi.
  3. Cessione del credito: in alternativa alle due ipotesi precedenti, il contribuente può optare per la cessione del credito d’imposta, corrispondente alla detrazione ai fornitori dei beni e dei servizi necessari alla realizzazione degli interventi o ad altri soggetti quali persone fisiche, società o enti, banche e intermediari finanziari.


ADEMPIMENTI E SANZIONI

Per usufruire del Superbonus 110% per gli interventi di efficientamento energetico, il contribuente deve:

  1. Acquisire l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) prima dell’intervento
  2. Chiedere uno o più preventivi
  3. Acquisire l’asseverazione di un tecnico abilitato che attesti la rispondenza dell’intervento ai requisiti tecnici richiesti e la corrispondente congruità delle spese
  4. Acquisire l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) dopo l’intervento.
  5. Pagare le spese con bonifico bancario o postale, indicando la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione, il numero di partita IVA o il codice fiscale del soggetto (professionista o impresa che ha effettuato i lavori) a favore del quale è effettuato il bonifico.
  6. Inviare le asseverazioni e l’APE all’ENEA secondo le modalità indicate nel DM Asseverazioni.

Per usufruire del Superbonus 110% per gli interventi di messa in sicurezza antisismica, il contribuente deve:

  1. Chiedere uno o più preventivi
  2. Acquisire l’asseverazione, da parte dei professionisti incaricati della progettazione strutturale, direzione dei lavori delle strutture e collaudo statico, secondo le rispettive competenze professionali e iscritti ai relativi Ordini e Collegi Professionali di appartenenza, dell’efficacia degli interventi in base al DM 58/2017.
  3. Acquisire l’asseverazione della congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati.
  4. Pagare le spese con bonifico bancario o postale, indicando la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione, il numero di partita IVA o il codice fiscale del soggetto (professionista o impresa che ha effettuato i lavori) a favore del quale è effettuato il bonifico.


Per attestare la congruità delle spese si deve far riferimento alle indicazioni del Decreto sui Requisiti Tecnici e i massimali di costo. Fino ad allora si utilizzeranno i prezzari regionali, i listini ufficiali o locali delle Camere di Commercio o i prezzi di mercato del luogo in cui si effettuano i lavori.

ADEMPIMENTI PER SCONTO IN FATTURA E CESSIONE DEL CREDITO
Per esercitare l’opzione dello sconto in fattura o della cessione del credito il contribuente, oltre agli adempimenti per ottenere il Superbonus, deve:

  • Richiedere a dottori commercialisti, ragionieri, periti commerciali, consulenti del lavoro ed esperti iscritti alle Camere di Commercio, il visto di conformità dei dati che attestano i presupposti che danno diritto alla detrazione.
  • Comunicare tali dati, in via telematica, all’Agenzia delle Entrate.


IRREGOLARITÀ E SANZIONI
In caso di irregolarità, l’Agenzia delle Entrate revoca l’agevolazione al soggetto beneficiario e valuta le responsabilità in solido del fornitore o del cessionario.

I professionisti che rilasciano attestazioni ed asseverazioni infedeli sono puniti con una sanzione amministrativa pecuniaria compresa tra 2.000 e 15.000 euro per ciascuna attestazione o asseverazione infedele resa. I tecnici devono quindi stipulare una polizza assicurativa della responsabilità civile con un massimale adeguato al numero di attestazioni e asseverazioni rilasciate, che comunque non può essere inferiore ai 500.000 euro.


N.B. Il presente articolo è stato redatto leggendo e interpretando la legge; si declina ogni responsabilità per eventuali errori o inesattezze in esso contenute. 

 

 

Se vuoi saperne di più contattaci e ti indicheremo il Rivenditore Autorizzato Pompeja più vicino a te che saprà rispondere a tutte le tue domande.

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime offerte e novità.
Privacy e Termini di Utilizzo

Azienda

Pompeja
La grande finestra italiana

È un marchio Casciello Bernardo

Via Astolelle (III trav) 10
80045 Pompei (NA)
Italy

Specialisti in:

Contatti

Ci contatti per qualsiasi informazione saremo lieti di esserle utili.

Tel. (
+39 081 863 03 51

Fax () 
+39 081 856 19 71

E-mail (
info@pompeja.it

Certificazioni

Seguici Su

© Casciello Bernardo - P.iva 03074651211