fbpx

GLI INFISSI GIUSTI PER NON USARE TROPPO IL CONDIZIONATORE

L’energia solare, che in inverno è gradevole e preziosa per limitare i consumi energetici, d’estate può diventare fonte di disagio.

Temperature troppo elevate all’interno delle abitazioni o dei luoghi di lavoro possono provocare problemi di concentrazione, spossatezza ed influiscono negativamente sul riposo notturno.

Tutti cercano un microclima confortevole all’interno degli ambienti in cui sono e la soluzione più semplice è quella di ricorrere a un impianto di aria condizionata.

Ma forse non tutti sanno che, ridurre di un grado la temperatura interna con un sistema tradizionale di climatizzazione richiede un impiego di energia molto più elevato (costa tre volte in più) che aumentare di un grado la temperatura quando fa freddo.

Questi maggiori consumi di energia durante il periodo estivo influiscono, logicamente, non solo sulla nostra bolletta, ma vanno ad incidere sul riscaldamento globale del nostro pianeta, con tutte le conseguenze dannose che ne derivano.

Come posso ridurre il surriscaldamento e l’impiego di condizionatori?

Per capire come risparmiare sulla nostra bolletta e salvaguardare l’ambiente, capiamo cosa si intende per surriscaldamento.

Il termine surriscaldamento indica un innalzamento significativo della temperatura dell’aria all’interno degli ambienti attraverso l’irraggiamento solare, che porta ad una situazione poco confortevole.

Questa condizione di discomfort è già percepita a partire dai 27°C di giorno ed i 25°C di notte, ma può oscillare molto soprattutto in funzione dell’umidità relativa dell’aria che, se elevata, crea disagio anche a temperature più basse.

Per ridurre il surriscaldamento negli spazi interni e quindi evitare l’utilizzo di condizionatori elettrici, si possono attuare già in fase di progettazione efficaci strategie, che mirino, in primo luogo, a bloccare o ridurre l’ingresso dei raggi del sole durante i periodi più caldi.

Infatti, minori sono gli apporti solari, minore sarà il carico termico da rimuovere e risulterà più efficace anche il raffrescamento naturale mediante ventilazione.

Si può ridurre l’energia termica in ingresso in fase di progettazione quando:

  • si progetta con attenzione la quantità e l’inclinazione delle superfici vetrate nei diversi orientamenti,
  • si sceglie opportunamente il tipo di vetro in base al fattore solare g,
  • si prevede un ombreggiamento delle finestre nel periodo estivo mediante schermature mobili o fisse.


Orientamento, dimensioni e inclinazioni delle superfici vetrate

Nelle finestre orientate ad est e soprattutto ad ovest, i raggi del sole penetrano quasi perpendicolarmente, con un grande apporto, quindi, di calore. Per questo è importante ridurre le dimensioni delle finestre in questi orientamenti. Invece, sulle vetrate a sud i raggi arrivano più inclinati e quindi c’è una riflessione maggiore e un minor carico termico.

In ogni caso tutte le aperture, anche quelle orientate a sud, devono avere la possibilità di essere adeguatamente schermate.

Anche l’inclinazione dei vetri è di fondamentale importanza nel determinare la quantità di energia in ingresso. Infatti, una finestra su una copertura inclinata, ad esempio, riceve il doppio di energia rispetto ad una superficie vetrata verticale nella stessa direzione e con medesime dimensioni.

È quindi importante dimensionare in modo accurato le finestre in copertura e garantire un ombreggiamento efficace.


Ombreggiamento

Durante il periodo invernale, l’ingresso dei raggi solari attraverso le finestre viene percepito come un piacevole beneficio, mentre diventa uno svantaggio in estate quando, invece, è necessario bloccare l’ingresso delle radiazioni solari.

Per questo devono essere previsti sistemi di schermatura o ombreggiamento efficaci solo nel periodo caldo come:

  • schermature mobili, che vanno collocate possibilmente sul lato esterno del serramento, perché la posizione esterna è fino a tre volte più efficace di una schermatura posizionata all’interno,
  • elementi fissi propri della costruzione come balconi, pensiline o schermature orizzontali fisse nelle pareti orientate verso sud, che lascino comunque passare la radiazione in inverno, quando il sole è più basso all’orizzonte,
  • elementi naturali come alberi, meglio se a foglia caduca, che permettono il soleggiamento nel periodo invernale.

Per le vetrate orientate a est e ovest, dove gli apporti solari durante l’estate sono alti, è necessario prevedere una efficace ombreggiatura con schermature verticali direzionabili.
Ma, qualunque sia il sistema di ombreggiamento adottato, bisogna sempre avere cura di non compromettere i livelli di illuminazione degli ambienti interni (vedi l'articolo Sfruttiamo la luce naturale con i giusti infissi).


Migliorare il comfort estivo negli edifici esistenti

Anche negli edifici già esistenti è sempre valida la strategia di bloccare il calore prima che penetri nell’abitazione e innalzi le temperature.
Per questo possono essere d’aiuto alcuni semplici accorgimenti:

  • lascia chiuse le finestre durante il giorno e ventila le stanze per molto tempo nelle ore notturne;
  • utilizza schermature solari esterne come tapparelle o veneziane interne, possibilmente di colore chiaro, da tenere abbassate durante il giorno;
  • usa ventilatori a bassi giri per movimentare l’aria, perché questo allevia la sensazione di caldo;
  • evita di utilizzare climatizzatori compatti che consumano molta energia elettrica e preferisci climatizzatori di nuova generazione a basso consumo;
  • scegli sistemi a basso consumo e soprattutto spegni gli apparecchi elettrici quando non li utilizzi. 

Poi, puoi sempre affidarti a un buon serramentista per farti consigliare delle efficaci migliorie per evitare il surriscaldamento estivo.

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime offerte e novità.
Privacy e Termini di Utilizzo

Azienda

Pompeja
La grande finestra italiana

È un marchio Casciello Bernardo

Via Astolelle (III trav) 10
80045 Pompei (NA)
Italy

Specialisti in:

Contatti

Ci contatti per qualsiasi informazione saremo lieti di esserle utili.

Tel. (
+39 081 863 03 51

Fax () 
+39 081 856 19 71

E-mail (
info@pompeja.it

Certificazioni

Seguici Su

© Casciello Bernardo - P.iva 03074651211